Ore 10: arrivo a Vercelli, città d’arte della pianura padana e visita guidata della città con uno storico dell’arte.  A Vercelli, che presenta importanti monumenti architettonici e artistici dal Medioevo al Rinascimento, si potranno ammirare: l’abbazia di Sant’Andrea, uno dei maggiori e più antichi esempi di gotico in Italia, il Vercelli Book, il salone Dugentesco, fondato nel 1223 come “ospitale”, il centro storico con l’animata piazza Cavour, il ghetto ebraico e la sinogoga, la chiesa di San Cristoforo al cui interno è possibile ammirare gli affreschi del pittore Gaudenzio Ferrari. 

Ore 13,00: arrivo a Castell’Apertole e pranzo con menu degustazione presso il ristorante Bar del Babi.

Ore 15,00: breve visita dell’antico borgo di Castell’Apertole, ex residenza di caccia di Casa Savoia: palazzo Chiablese, le antiche stalle, sede dell’allevamento dei cavalli della famiglia reale e dell’intero esercito sabaudo, la chiesa di San Rocco, al cui interno sono custodite le reliquie di Santa Cristina, dono del papa al re Carlo Felice, in onore di sua moglie, la regina Maria Cristina di Borbone.

Un biologo, specializzato sulla coltura del riso e gli animali di risaia, accoglierà il gruppo nel salone Babilhab per una proiezione su maxi schermo di un breve documentario (15 minuti) sulla coltura del riso. Quindi passeggiata fra i sentieri di risaia.

Ore 16,30: partenza in pulmann per l’antica abazia cistercense di Lucedio, della fine del XII secolo, perfettamente conservata.

La visita sarà caratterizzata dalla presenza sia dello storico dell’arte che del biologo. Questa soluzione consentirà un percorso affascinante a due voci con un’alternanza di informazioni ora di carattere storico-artistico ora naturalistico. 

Durante il tragitto possibilità di effettuare una/due soste in punti panoramici per osservare gli uccelli che popolano le risaie.

Ore 18/18,30: rientro a Castell’Apertole. 

 

CONSULTATECI PER UN PROGRAMMA PERSONALIZZATO!